171° Bigolada

Nel 50° anno della Pro Loco Castel d'Ario 

Le Ceneri che in quest’anno cadono il 6 marzo , inizia la Quaresi­ma e blocca le feste, a Castel D’Ario spunta la “171° Bigolada”

Proprio il mercoledì di inizio penitenza va in scena la “trasgressione”. La piazza si anima e i casteldariesi offrono, a quin­talate, caldi e ghiotti “bigoi con le sardele”, spaghettoni rustici e acciughe.

L’allegra abbuffata, risalente al 1848 (allora il cibo era polenta e renga, cambiato dal 1920 con i bigoi), oggi può sembrare norma­le, ma allora volle significare una forte ribellione al potere politi­co e religioso, nel tentativo di infrangere le regole di una rigida separazione fra le classi sociali.

Fu un atto di coraggio per quei tempi. Del resto Castel D’Ario ha dato i natali a Tazio Nuvolari, il mitico corridore che di coraggio ne aveva tanto da diventare una leggenda .

Solo godereccia l’attuale bigolada, quando la ruvida pasta viene cotta nei “paroi”, grandi pentole, sistemati in piazza Garibaldi, e, dalle dodici, servita fra un tripudio di bancarelle e giostre.

06 Marzo 2019 ci sarà la "171° BIGOLADA".
dalle ore 10:00 fino a tardo pomeriggio, si potranno degustare :
I
 Piatti della tradizione :
    - bigoli;
    - polenta con aringa "scopeton";

- Per i più giovani : panino alla pilota;



Dalle 15:00 alle 15:30 gli Amici del Castello della Pro Loco, apriranno il Castello, per poter effettuare la visita, anche guidata.


Seguici anche:
- sito: www.bigolada.it;
- Facebook
;
- Instagram;
- Twitter;